Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

stud

portos

Dal 30 Maggio al 2 Giugno si è svolto il festival giovanile di Porto Sant'Elpidio, appuntamento ormai fisso per i giovani triathleti Italiani che include diverse competizioni per tutte le categorie giovanili sino agli Under 23. Il lungo weekend di gare è partito il Venerdì con la finale nazionale degli studenteschi di duathlon 2019, circa 450 gli studenti provenienti da tutta la penisola, spiccano il secondo posto assoluto della stafetta del Liceo Classico Piga di Villacidro composta da Giorgio Pibiri, Gabriele Vacca, Giulia Saiu e Elena Giua, e inoltre nella gara individuale un ottimo quarto posto assoluto per il giovane Lorenzo Deidda di Oristano. Il sabato è stata la volta del Trofeo Italia di acquathlon kids e il campionato Italiano acquathlon giovani mentre la domenica la giornata è stata dedicata alla prova di Coppa Italia (Junior, Youth B e Youth A),  al Trofeo Italia e alla Tri Kids Cup Duathlon con Mini Cuccioli e Cuccioli. Nella due giorni a rappresentanza dell'isola erano presenti il Villacidro Triathlon con 21 giovani, il Triathlon Team Sassari con 13, e la Fuel triathlon con 4. Grande impegno e divertimento di tutti i piccoli triathleti sardi, supportati da membri delle squadre e accompagnatori che con impegno e passione costante riescono a dare la possibilità ai giovani ragazzi di potersi confrontare con i loro coetani provenienti da tutta l'isola. Da segnalare in particolare alcuni risultati come il terzo posto assoluto di Riccardo Spanu ai campionati italiani di acquathlon, il settimo posto di Francesco Podda tra gli junior nel triathlon sprint della domenica, il quindicesimo posto youth b di Paolo Piras e per la categoria ragazzi il decimo posto di Stefania Collu e il quattordicesimo di Silvia Pittau.