Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Tri Team SS Lovadina

Villacidro Triathlon Lovadina

Fuel Lovadina

Nel Week-end dal 5 al 6 Settembre si sono svolti a Lovadina (Veneto), i Campionati Italiani di Triathlon Giovanili in un bellissimo Parco, già sede di importanti eventi Sportivi Nazionali ed Internazionali.

La Sardegna è stata ottimamente rappresentata dai Settori Giovanili del Villacidro Triathlon, Triathlon Team Sassari e Fuel Triathlon, per un totale di 17 atleti. Gli organizzatori e la Federazione hanno ringraziato personalmente le Società e gli atleti Sardi presenti, sottolineando l’importanza di essere riusciti a svolgere l’attività sportiva Federale, considerando l’emergenza Sanitaria, consentendo ai Ragazzi di confrontarsi con i Giovani provenienti da tutta Italia, in un momento di grave difficoltà.

Nelle competizioni del week-end era in palio anche il Titolo a squadre Youth e Junior (2 Uomini+2 Donne), nella apposita classifica definitiva depurata dalle doppie società il Villacidro Triathlon si è classificata 12^ negli Youth. 

L'RGT della regione Sardegna, Davide Ecca, ha rilasciato la seguente dichiarazione sull'importanza delle esperienze come le trasferte ai campionati Itaiani per i giovani atleti sardi: 

"Per i Giovani atleti Sardi, considerate le poche opportunità di disputare gare, queste esperienze hanno un valore formativo sia per il percorso personale che sportivo, fondamentali per il proprio futuro, se affrontate con la giusta consapevolezza che si può ottenere solo con il corretto mix dato dall’agonismo e dal divertimento che deve essere sempre presente a questa età, individuato grazie al costante supporto dei Tecnici competenti con esperienza nel Settore Giovanile e ‘’trasferito’’ a ciascun giovane atleta in maniera personalizzata.

Infatti non basta preparare i ragazzi per ottenere risultati, che a volte le doti di alcuni giovani garantiscono già, il difficile specie in queste competizioni, è prepararli mentalmente ad affrontare queste esperienze in maniera consapevole. I Giovani integrati in un Gruppo ottengono un aiuto personale che diventerà determinante per superare i momenti di difficoltà in ambito sportivo ma anche nella vita di tutti i giorni.

Ovviamente trattandosi di minori, è importante anche il ruolo dei Genitori, che spesso purtroppo si rendono protagonisti di scelte inadeguate per i propri figli, quando si pongono in contrasto (anche inconsapevolmente), con gli obiettivi delle Associazioni Sportive.

I ragazzi che hanno affrontato questa trasferta Nazionale sono rientrati arricchiti dalla importante esperienza, motivati e soddisfatti per aver concretizzato il loro impegno durante gli allenamenti e nello stesso tempo per aver consolidato il rapporto con i propri compagni di squadra e instaurato nuovi rapporti con altri giovani di altre Regioni che potranno proseguire anche a distanza o nei successivi appuntamenti Nazionali durante i prossimi anni.

Da non sottovalutare ai fini educativi,  anche il corretto contesto organizzativo nel quale solitamente si svolgono queste esperienze, con ruoli ben definiti fra Dirigenti, Tecnici ed Atleti, senza interferenze particolari ma con spazi di autonomia nei quali i giovani possono migliorare, sperimentando la possibilità di fare delle scelte valutando le conseguenze delle stesse, in contesti molto simili agli ambienti altrettanto importanti della loro vita quotidiana come la scuola, famiglia, amici fuori dallo sport, università e un giorno il lavoro."

Classifiche complete al link: https://www.icron.it/newgo/#/classifiche .